Per evento fb, con scritta integrale sotto

 

Istruzioni per il compimento di un’azione.
Azione pittorica n.1 con sassofonista e danzAttrice.
20 luglio 2013, Lecce
Palazzo Vernazza Castromediano, 
Piazzetta Giuseppe Pellegrino, 3
Ore 20
Ingresso gratuito

E-lite studiogallery, consolidata realtà espositiva leccese che si pone come crocevia per l’arte contemporanea, presenterà in esclusiva per la capitale del barocco, “Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo”, quinta tappa del progetto nazionale itinerante – ideato da Sergio Curtacci, direttore del magazine milanese di arte contemporanea “Frattura Scomposta” – che ha caratterizzato i primi cinque mesi dell’anno tra Lombardia ed Emilia Romagna. I quaranta artisti invitati a partecipare dialogheranno, per la prima volta, con due spazi espositivi, il caratteristico open space sede della galleria e il cinquecentesco Palazzo Vernazza Castromediano, una delle opere architettoniche più antiche e imponenti della città. 120 le opere in mostra – pittura, scultura, installazione e fotografia di alcuni tra i più promettenti artisti del panorama contemporaneo italiano – e quattro gli appuntamenti performativi in programma.

Sabato 20 luglio, nel cinquecentesco Palazzo Vernazza Castromediano, per inaugurare la collettiva “Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo”, per la E-lite studiogallery, il pittore Orodè Deoro propone una nuova performance multidisciplinare, avvalendosi della collaborazione del sassofonista Roberto Gagliardi, figura storica del jazz salentino, e della danzattrice Stefania Mariano. Questi ultimi sette anni di sperimentazioni come pittore in scena, in spettacoli in cui le varie arti si fondono e la pittura è solo uno di questi in sinestesia con la parola poetica, con la musica dal vivo, con l’azione teatrale, ci conducono alla visione di questo nuovo quadro di cui lo stesso Orodè ci dice: “Se un’opera pittorica è la vita, una nuova Salomè prova il suo corpo, i suoi arti ma non per far decapitare il santo quanto per fulminarlo con la sua bellezza, semplicemente questo, ammesso che accada. Il resto non m’importa, Amore! Quello che importa è lo slancio, la rivolta. Un coro, mentre si scompare all’orizzonte insieme al paesaggio, urla e poi sussurra qualcosa che vola nello spazio. Forse da qualcuno verremo ascoltati! Ma che importa? Portami lontano, dicono gli occhi della gente che, una volta presi, non vanno da nessuna parte. ” 

Il 20 luglio dopo la performance di Orodè Deoro si prosegue alla E-lite studiogallery (in Corte San Blasio 1c) con la video performance di Ilaria Margutti e con un rinfresco dal sapore alieno, offerto da Leone De Castris Vitivinicoltori dal 1665. 

La mostra, patrocinata dal Comune di Lecce e sponsorizzata da Vestas Hotels & Resorts, resterà aperta fino al 20 agosto dal martedì al sabato dalle ore 18 alle ore 21.30. Tutte le info nel link di seguito: https://www.facebook.com/events/404086333039120/

Brevi note sul sassofonista Roberto Gagliardi e sulla danzAttrice Stefania Mariano: 

ROBERTO GAGLIARDI figura storica del jazz salentino. Ha studiato jazz a Roma e Bologna. Ha suonato con i più importanti gruppi leccesi con i quali ha inciso per la “Schema” di Bari e la “Harpos Bazar” di Bologna. Ha fondato insieme a Mauro Tre, Michele Colaci e Massimiliano Ingrosso gli ‘Intensive‘. Ha suonato e inciso con ‘Tax Free’. Attualmente collabora con Livio Minafra (pianista fisarmonicista, “nuovo talento Musica Jazz 2009″) con il quale suona in duo, ed in trio con Vincenzo Mazzone (batterista) . Con l’ensemble diretto da Livio Minafra e Luigi Morleo (percussioni) partecipa, insieme a Gianni Ciliberti (clarinetto), Giuseppe Scarati (basso tuba) , Gaetano Simone (violoncello) al progetto ” ‘Ngracalate Oce “, ideato da Angelo Pellegrino dove i “canti alla stisa” delle ‘Ngracalate’, sette signore cantatrici di Borgagne, si uniscono alla composizione e all’improvvisazione jazz. Ha suonato nella Big Band di Simone Borgia. Suona free jazz con Mauro Tre (pianoforte) e con Giorgio Vendola (contrabbasso). Con Max Ingrosso (batteria) suona in duo utilizzando oltre ai sassofoni un antico armonium. Collabora con Roberto Gemma alla realizzazione di pezzi originali.

STEFANIA MARIANO. DanzAttrice/coreografa, si forma presso la scuola di danza Classica e Moderna del Teatro Ariston di Lecce sotto la guida della Maestra Ingrid Ebert. Si approccia al teatro, formandosi con diversi attori e registi (Antonio Minelli, Silvia Lodi, Mandiaye N’Diaye). Co-fondatrice di un gruppo di ricerca teatrale, approda alla musica popolare e alla conoscenza delle tecniche pratiche popolari del tamburello, della danza e dei canti, collaborando con gruppi di matrice popolare. Inizia così una florida attività tra spettacoli teatrali, concerti, rassegne, festival in tutta Italia. Subito dopo intraprende un percorso analitico/applicativo, che dura dodici anni, di ricerca e di studio sulla natura del gesto/movimento con la Dottoressa Tiziana Dollorenzo Solari (psicointerprete d’arte). Studia a Roma presso la Musical Actor’s School Theater. Si accosta alle discipline orientali frequentando corsi di Hata Yoga e studia Biopsicoenergetica. Nel 2007 fonda “la Fabbrica dei Gesti”, un centro propulsore d’incontro tra diverse discipline artistiche, un contenitore d’arte per lo studio e la ricerca teatrale. Organizza laboratori, residenze artistiche, rassegne, stage e seminari multidisciplinari con artisti di rilievo.
Si occupa di formazione nel campo della danza e del teatro fisico per SoundMarkers Festival; Centro Danza e Teatro; Promethevs di Alfredo Rainò, etoile dell’Opera di Roma; Progetto Casa delle culture Laboratorio Teatrale Interculturale a favore degli immigrati Circolo Arci Lecce; Spettacolo Ubu Buur, presso il Teatro Politeama Greco, drammaturgia e regia Marco Martinelli del Teatro delle Albe, coordina la partecipazione dei bambini residenti in Salento, figli di coppie di immigrati e/o miste; Ex Fadda – Officina del Sapere Responsabile Settore Danza; Istituti scolastici, cooperative sociali; ImproFestival residenza/raduno nazionale di teatro ed improvvisazione teatrale. È coreografa/danzatrice nel gruppo “Sule”, musica tradizionale nelle mani sapienti di alcuni fra i migliori musicisti salentini.
Attualmente collabora con:
– L’attore brasiliano Marcelo Bulgarelli, con il quale da febbraio 2013 sta lavorando alla produzione, come attrice ed aiuto regia, dello spettacolo teatrale la cui messa in scena è prevista per Marzo 2014.
– Paola Prestini compositrice italo-americana-messicana. Nell’ opera multimediale Oceanic Verses, scritta dalla stessa compositrice in collaborazione con il video maker Ali Hossaini e la nota librettista Donna di Novelli, collabora e realizza le coreografie del film.

GLI ARTISTI IN MOSTRA: Andrea Martinucci, Angela Viola, Anna Caruso, Anna Frida Madia, Annaclara De Biase, Annalù, Antonio De Luca, Antonio Delluzio, Carlo Cofano, El Gato Chimney, Elisa Anfuso, Eva Reguzzoni, Fabio Mazzola, Fabrizio Riccardi, Francesco Sambo, Fulvio Martini, Giancarlo Bozzani, Giancarlo Marcali, Gianluca Chiodi, Ilaria Margutti, Irene Lucia Vanelli, Jara Marzulli, Marcella Bonfanti, Marco Rea, Massimiliano Manieri, Massimo Quarta, Matteo Nannini, Maurizio L’Altrella, Momò Calascibetta, Nicola Caredda, Nunzio Paci, Orodè Deoro, Raffaella Formenti, Roberta Ubaldi, Roberto Fontana, Streamcolors, Tarshito, Tiziano Soro, Vania Elettra Tam e Vincenzo Todaro.

Catalogo in mostra, a cura di Sergio Curtacci | Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine Milano

“La scelta di realizzare la mostra contemporaneamente in due sedi, entrambe in pieno centro, – raccontano Claudia Pellegrino e Flavia Lanza – nasce dalla volontà di raggiungere un ben preciso obiettivo: creare, sulla mappa di una città che vanta un patrimonio artistico e monumentale di grande prestigio e che è meta di turismo culturale oltre che balneare, un punto di attrazione e promozione per l’arte e la cultura contemporanee, un percorso che metta in evidenza la finalità dell’arte, il suo qualificarsi e distinguersi da ogni altra manifestazione umana ideata unicamente per fini strumentali e speculativi. Sarà una vera e propria invasione “aliena”.